Mission

Nowadays an increasing number of areas, including the industry 4.0, medical,  automotive and logistic sectors, are exploiting the use of robotics to revolutionize traditional processes to maximise the efficiency and the affidability in the achievement of their tasks. The field of the mobile robots is in full evolution thanks to the introduction of novel technologies related to artificial intelligence which can be deeply exploited to define a new category of vehicles called Intelligent Guided Vehicles (IGV). The implementation of such solutions on forklifts enable the possibility to move materials in not-structured environments providing also the possibility to the user to be assisted during the most disparate operations.

Dolomiti Robotics aims to make robotics as a service to humans, focusing on the development of technologies that provide the robot the possibility to recognize the surrounding environment, distinguish between fixed, moving obstacles, persons and walls.

The company also designs sophisticated algorithms for the movement of vehicles based on innovative real-time planning techniques that allow the robot, on the basis of environmental assessments, to autonomously navigate in complex environments even in presence of unexpected obstacles and physical impediments perceiving the safety of the humans, which has always the maximum priority. Furthermore, it studies and develops advanced solutions for the Human Robot Interaction in order to develop the concept of cooperative robotics, a fundamental element at the basis of the concept of industry 5.0.


Nel contesto della manifattura e della logistica i nuovi modelli di produzione e i processi sempre più automatizzati ed interconnessi, che hanno reso possibile la personalizzazione nella produzione di massa, richiedono grande dinamicità ai loro attori siano essi dispositivi o esseri umani. Sempre più attività alienanti o rischiose vengono oggi svolte da sistemi robotici con diversi livelli di autonomia decisionale, consentendo agli operatori di occuparsi di mansioni ad alto valore aggiunto. L’interazione tra persone e dispositivi è oggi un aspetto cruciale ed una delle maggiori sfide affinché questi siano un effettivo supporto collaborativo.   

La robotica mobile offre strumenti con enormi potenzialità, ma la loro adozione in contesti dinamici e variegati è scarsa. I limiti delle soluzioni sono l’elevato costo di adozione, il tempo e le competenze necessarie per l’implementazione oltre alla scarsa flessibilità dimostrata nelle applicazioni.

La tecnologia di Dolomiti Robotics, pensata inizialmente per l’ambito ospedaliero e sanitario, per aiutare gli anziani attraverso carrelli intelligenti in grado di monitorare il movimento e favorire la riabilitazione, è stata ora potenziata per essere applicata in ambito manifatturiero e supportare il lavoro nei magazzini. L’integrazione di questi robot intelligenti, in grado di lavorare fianco a fianco con l’uomo, rappresenta un’opportunità importante per la trasformazione tecnologica delle imprese verso l’Industria 4.0 ed è in grado di rispondere alle esigenze sia delle grandi aziende che delle PMI.

La startup lavora a una piattaforma che consente di rendere autonomi i veicoli mobili e di supportare l’attività umana sollevandola da incarichi gravosi e ripetitivi a scarso valore aggiunto. Le tecnologie ideate rendono i robot capaci di riconoscere e interpretare l’ambiente che li circonda, consentendo la loro navigazione autonoma in sicurezza anche in presenza di ostacoli imprevisti come oggetti e persone in movimento. Gli algoritmi che ne regolano il funzionamento sono progettati per l’interazione avanzata con l’essere umano e consentono di predirne il comportamento. L’obiettivo principale è la massimizzazione della disposizione ergonomica dell’ambiente di lavoro e l’incremento della sicurezza negli ambienti promiscui dove veicoli tradizionali, automatici ed operatori umani coesistono.

L’idea del robot che toglie e che sostituisce l’uomo nel mondo del lavoro non è nei principi di Dolomiti Robotics. L’innovazione tecnologica consente alla robotica di diventare collaborativa e di mettere proprio l’uomo al centro. Il robot ed il suo utilizzatore collaborano in sintonia e in sinergia per il raggiungimento di un obiettivo comune. Il robot andrà a migliorare la sicurezza e l’ergonomia del lavoratore, supportandolo nei lavori ripetitivi e gravosi o pericolosi. In sintesi, Dolomiti Robotics si prefigge l’obbiettivo di fare robotica a servizio dell’uomo e di renderla utilizzabile da chiunque in modo da non essere divisiva. Non esiste robotica collaborativa senza l’uomo.

La piattaforma, oggi allo stadio di prototipo, è stata testata in ambiente industrialmente rilevante applicandola sia a transpallet esistenti tramite “retrofitting”, sia su un veicolo progettato ex-novo.